Le giurie

Concorso Internazionale

La giuria del Concorso Internazionale di Biografilm 2020 è composta da Luca Ragazzi (regista e critico cinematografico), Shelly Silver (artista e videoartista), Martijn te Pas (programmer di festival e esperto di documentari).

GIURIE Luca Ragazzi

Luca Ragazzi ha esercitato per 20 anni la professione di critico cinematografico, fin quando, nel 2008 ha debuttato insieme al suo compagno Gustav Hofer alla regia del documentario. Già dall'esordio con Improvvisamente l'Inverno Scorso (menzione speciale della giuria alla Berlinale e nastro d'Argento per il miglior documentario) la coppia si è distinta per uno stile particolare a cavallo tra il film d'inchiesta e documentario di creazione. Hanno fatto seguito Italy Love it or Leave it (2011), What is Left? (2014) e DicKtatorship (in anteprima a Biografilm 2019), tutti documentari lungometraggi che hanno girato per più di 300 festival nel mondo. Nel 2018 inoltre collabora come casting e regista della seconda unità al cortometraggio documentario americano The Red Tree di Paul Rowley.

 

GIURIE Shelly Silver

Shelly Silver è un'artista statunitense che lavora con il cinema, il video e la fotografia. Le sue opere sono state esposte e trasmesse negli Stati Uniti, in Europa e in  Asia. È professoressa associata di Visual Arts alla Columbia University School of the Arts. Ha insegnato Video arte presso la German Film and Television Academy, la New York University Tisch School of the Arts, la Cooper Union for the Advancement of Science and Art, e insegna al momento alla Columbia University. Ha ricevuto riconoscimenti da numerosi istituzioni, come la Guggenheim Foundation, la Jerome Foundation, la Japan Foundation e Anonymous was a Woman.

 

GIURIE Martijn J te Pas

Martijn te Pas ha fatto parte per circa 20 anni (2000-2019) dell'ufficio di programmazione dell'International Documentary Film Festival Amsterdam (IDFA). Come responsabile del programma ha portato avanti attività di ricerca per la selezione del festival e i focus gestendo una grande rete di professionisti del cinema e frequentando i maggiori festival internazionali, spesso come giurato. È consulente di IDFA Bertha Fund, IDFA Forum, e u R O P E doconsultancy ed è Guest Documentary Programmer pe Nordisk Panorama 2020. 

 

Concorso Biografilm Italia

La giuria del Concorso Biografilm Italia è formata da Roberta Mattei, attrice di cinema e teatro, Cristina Rajola, produttrice di documentari ed esperta di coproduzioni internazionali, Ester Sparatore, artista e documentarista.

GIURIE Roberta Mattei

Roberta Mattei inizia a recitare a 12 anni in teatro e si diploma al Centro sperimentale di Cinematografia. Lavora in tv in diverse serie e nel 2014 è Annarella in Veloce come il vento di Matteo Rovere che le varrà la candidatura ai David Di Donatello. La sua carriera continua col maestro Claudio Caligari in Non essere cattivo. In seguito è diretta da Roberto Faenza, Giorgio Tirabassi, Marco Danieli, Maccio Capatonda, Stefano Mordini, Ficarra e Picone e quest'anno gira la serie di e con Niccolò Ammanniti, Anna.Insieme alla sua famiglia dirige un teatro e un centro culturale.

 

GIURIE Cristina Rajola

Cristina Rajola è una produttrice e produttrice esecutiva italiana di documentari, esperta di finanziamenti cinematografici e coproduzioni internazionali. Laureata in Semiotica del Cinema nel 2004 all'Alma Mater di Bologna, diplomata come produttrice ad EURODOC. Nel 2014 è stata selezionata come "producer in focus" da EDN durante CPH: DOX 2014. Ha lavorato con diversi talenti italiani ed europei, e ha prodotto tra gli altri Power to the People? di Lise Birk Pedersen, Loro di Napoli di Li Donni, Happy Winter di Totaro, The Butterfly di Cassigoli e Kauffman. Come ricercatrice di archivi audiovisivi ha contribuito a film come Videocracy di Erik Gandini e Shooting the Mafia di Kim Longinotto. Attualmente è Development Manager di Propaganda Italia. È membro di EWA Network a partecipa ai principali festival e mercati internazionali.

 

GIURIE Ester Sparatore

Ester Sparatore si diploma nel 2001 all’accademia di belle arti Abadir di Palermo. Ha collaborato con la società di produzione C.L.C.T. Broadcasting, curando regia, edizione e montaggio di documentari e cortometraggi. Ha realizzato videoinstallazioni e lavori di video arte, partecipando a numerose mostre in Italia. Dal 2007 collabora alla regia e alla fotografia di documentari con il regista Stefano Savona e la sceneggiatrice Alessia Porto: tra questi Palazzo delle Aquile (2011), che racconta i giorni di occupazione di un gruppo di famiglie rimaste senza casa nel cosiddetto Palazzo delle Aquile, sede del municipio di Palermo. Nel 2014 scrive e dirige insieme a Letizia Gullo Mare magnum, che ripercorre la campagna elettorale per il rinnovo del Sindaco del piccolo comune di Lampedusa. Il suo ultimo documentario Celles qui restent è stato presentato nella Compétition Internationale Longs Métrages a Visions du Réel e ha vinto il premio come miglior film del concorso Biografilm Italia a Biografilm festival 2019.

LE GIURIE2
bio20 footer 1200x1000
bio20 footer 350x900