Premi

La giuria del Concorso Internazionale, composta da Philippa Kowarsky, John Bleasdale, Eefje Blankevoort, ha assegnato i seguenti premi: 

 

Best Film Award | Concorso Internazionale | Biografilm Festival 2023 

1280x660 Seven Winters in Tehran main still Copyright Made in Germany2

SIEBEN WINTER IN TEHERAN
di Steffi Niederzoll
Nel 2007 Reyhaneh Jabbari è stata arrestata e condannata a morte in Iran dopo aver ucciso un uomo che tentava di violentarla. Quello è stato l'inizio di un calvario durato sette anni in cui, secondo la legge della vendetta di sangue, il suo destino era nelle mani della famiglia dell'uomo morto. Grazie agli sforzi della sua coraggiosissima famiglia e alla sua resistenza, il suo è diventato un caso internazionale. La sua voce risuona potente nel documentario di Steffi Niederzoll, così come quella della sua famiglia che si batte per il suo rilascio. Il film è una denuncia coraggiosa, vitale e necessaria di un sistema ingiusto, e un ritratto dell'incredibile coraggio di una donna. Come giuria, non abbiamo potuto fare a meno di sentirci toccati, arrabbiati e ispirati dalla storia di Reyhaneh, mentre la sua lotta continua.

 

 

Premio Hera “Nuovi Talenti” | Concorso Internazionale | Biografilm Festival 2023

1280x660 Une Vie Comme Une Autre 0105 Derives asbl 

UNE VIE COMME UNE AUTRE
di Faustine Cros
Una storia costruita in modo intelligente, intima e universale sull’essere donna. Seguendo le orme del padre cineasta, la regista esamina l'archivio di famiglia, lo rielabora e offre una nuova importante prospettiva sul ruolo delle donne nella nostra società.

 

Menzione Speciale Hera “Nuovi Talenti” | Concorso Internazionale | Biografilm Festival 2023

1280x660 Colette et Justin 3
COLETTE ET JUSTIN
di Alain Kassanda
Un film che esplora il nostro passato coloniale mettendo in discussione la grande storia e immergendosi in storie personali mai raccontate.

 

_____________

 

La giuria di Biografilm Italia, composta da Angeliki Petrou, Jo-Ann Titmarsh e Gianluca Matarrese ha assegnato i seguenti premi:

Best Film BPER Award | Biografilm Italia 2023

1280 x 660 afterthebridge
AFTER THE BRIDGE
di Davide Rizzo e Marzia Toscano
L'estrema padronanza del linguaggio cinematografico rende questo struggente ritratto di una madre in lutto, la storia di una donna che è molto di più della somma delle sue tragedie.


Menzione Speciale BPER | Biografilm Italia 2023

1280x660 methe mayor
THE MAYOR - ME, MUSSOLINI AND THE MUSEUM
di Piergiorgio Curzi
Un film che ci mostra l'importanza di come la cancellazione della storia, anche se scomoda, non sia la strada giusta per proteggere la democrazia. Un film di grande attualità che ci invita a tenere il dibattito aperto.


Premio Hera “Nuovi Talenti” | Biografilm Italia 2023

1280x660 Nota Bene 2023 006
NOTA BENE
di Jeroen Pool
Un film d'esordio maturo e riuscito. Attraverso una costruzione visuale forte e grafica, questo studio d'osservazione ritrae il cimitero come un microcosmo senza tempo in cui i morti e i vivi convivono armoniosamente.


Menzione Speciale Hera “Nuovi Talenti” | Biografilm Italia 2023

1280x660 LaRicerca Stills 09
LA RICERCA
di Giuseppe Petruzzellis
Il racconto di un personaggio atipicamente poetico ci porta ad un'elevata e universale riflessione sul nostro passato, presente e futuro.
Attraverso un linguaggio raffinato e un uso degli archivi saggiamente creativo.

 

___________

 

La Giuria del Premio Manifesto ha assegnato il premio al migliore film di Contemporary Lives


Premio Manifesto | Biografilm Contemporary Lives 2023

1280x660 Notes on Displacement
NOTES ON DISPLACEMENT
di Khaled Jarrar
Un viaggio insieme a una famiglia verso l’Europa. Un ritratto molto vivido di cosa significa il percorso migratorio. Sincero e rappresentativo di un grande dramma, permette di immergersi insieme alla famiglia protagonista e al regista, che affronta lui stesso il viaggio. Notes on Displacement da voce a chi non ha voce, parla di Palestina senza parlare di Palestina, raccontando cosa significa dover lasciare la propria terra e non veder riconosciuta la propria identità, quel ‘displacement’ che la protagonista Nadira vive due volte. Il film riesce a mostrare uno sguardo reale e senza filtri. Un viaggio che restituisce alcune delle domande che non si chiudono nella narrazione cinematografica: l’odissea delle persone rifugiate è accompagnata in modo organico e completo, e dimostra una volta di più la necessità di una risposta europea al tema. Al pubblico arriva diretto un forte senso di sgomento e rabbia, accompagnato da una necessaria assunzione di responsabilità da cittadine e cittadini europee.
________________


Young Critics Award | Biografilm Festival 2023

1 Kari MayPiaLehto

THE GULLSPÅNG MIRACLE
di Maria Fredriksson

Il motivo per cui abbiamo premiato questo film è innanzitutto la sua originalità, dal momento che è in grado di giocare con la concezione canonica del documentario, avvicinandosi al confine con la finzione, senza tuttavia mai varcarlo. Oltre a ciò, abbiamo scelto di valorizzare l'abilità di mescolare vari generi e la specificità dei temi trattati in chiave ironica. Proprio grazie a questa leggerezza, Gullspang Miracle è il film che ci ha maggiormente coinvolti.


Bring The Change Award - Aldini Valeriani | Biografilm Festival 2023

1280x660 The mind game
THE MIND GAME
di Sajid Khan Nasiri, Eefje Blankevoort, Els van Driel
Questo film rappresenta una realtà attuale, quella dei rifugiati, che ha coinvolto in prima persona un adolescente come noi, SK, che ha filmato il suo dramma quotidiano attraverso la tecnologia di un cellulare. Ci ha colpito la sua tenacia e il trauma psicologico che ha vissuto.
IL CORAGGIO con il quale SK riesce a raggiungere la sua meta nonostante le difficoltà incontrate, le pressioni, le violenze fisiche e il tempo impiegato (ben due anni) è davvero impressionante. E tutto ciò non ha assolutamente inibito il suo sorriso. Il film mostra quanta fatica facciano tantissime persone per vivere la loro vita in maniera dignitosa rispetto alla loro realtà sociale, e quante persone care possano perdere durante il viaggio verso l’Europa.


Bring The Change Award - Arca di Noè | Biografilm Festival 2023

EX AEQUO

1280x660 The mind game

THE MIND GAME
di Sajid Khan Nasiri, Eefje Blankevoort, Els van Driel

EX AEQUO
1280x660 ITAOT
IS THERE ANYBODY OUT THERE?
di Ella Glendining
-
Premiamo entrambi i film perché raccontano entrambi la storia di due persone che hanno dimostrato un grande coraggio di fronte alle difficoltà, due persone con cui ci identifichiamo molto.
Sajid è un ragazzo molto giovane e ha intrapreso un viaggio molto pericoloso alla ricerca di una vita migliore, senza mai arrendersi e perdere la speranza. Così è capitato a noi, ragazzi migranti, con difficoltà molto simili e accettando gli stessi sacrifici. Sajid ce la fa anche perché non è solo, ma parte di un gruppo di altri ragazzi che si sostengono l’uno con l’altro. Ci ha colpito anche il modo in cui è narrata la sua storia, con le mappe e i messaggi, proprio come un videogioco che da l’idea che spesso il protagonista non sappia se va nella direzione giusta ma continua ad andare avanti con determinazione.
Ella è coraggiosa perché vive nel mondo senza preoccuparsi di quello che pensano le altre persone della sua disabilità fisica. Dimostra che anche con una disabilità si può vivere felici, indipendenti e liberi. L’esperienza di vivere così come si è, accettandosi, è un messaggio molto importante. Spesso le persone disabili vengono viste come persone a cui manca qualcosa, e spesso per questo devono sottoporsi ad interventi invasivi. Anche noi ragazzi sordi ci siamo sentiti così come Ella, forzati a fare un’operazione per noi pericolosa e dolorosa. E invece possiamo dire di no, come fa la famiglia di Ella, e vivere lo stesso una vita piena. Anche noi ragazzi e ragazze di Arca di Noè ci siamo sentiti/e osservati e giudicati, ma abbiamo imparato a non lasciarci intimorire e creare delle belle relazioni.


Tutta un’altra storia Award | Biografilm Festival 2023

1280x660 Shabu
SHABU
di Shamira Raphaëla
Abbiamo premiato questo film perché è una storia simile alla nostra. Quando uno cade e si fa male si rialza con ancora più voglia di riscattarsi, di dimostrare che ce la può fare. Shabu si è impegnato con la nonna sia per riavere il suo affetto, sia per ripagare la sua auto facendo un party, dove la musica, che è la sua più grande passione, lo aiuterà a trovare la pace con se stesso. Si è impegnato per migliorare nonostante la fatica che deve fare , ha dovuto lottare molto tra alti e bassi ma lo sforzo l’ha ripagato. Shabu è stato coraggioso nell’esporsi, fregandosene di cosa pensavano le altre persone di lui. Grazie alla sua famiglia, che nonostante i problemi che aveva procurato gli è stata sempre accanto, Shabu riesce a realizzare il suo sogno e a farsi perdonare dalla nonna. L’amore unito al talento personale con un pizzico di costanza è il superpotere di Shabu, ed è quello di cui abbiamo bisogno anche noi. Vedere un ragazzo della nostra età arrivare a realizzare i suoi sogni è stato d’ispirazione. Ci auguriamo che questo sia solo l’inizio per Shabu e anche per noi. Speriamo di poterlo incontrare di persona un giorno, per poterci scambiare quattro chiacchere.


Menzione Speciale Tutta un’altra storia | Biografilm Festival 2023

1280x660 The mind game
SAJID KHAN NASIRI
co-regista e protagonista di THE MIND GAME
di Sajid Khan Nasiri, Eefje Blankevoort, Els van Driel
Sei stato e sei ancora una persona molto forte, per quello che hai passato e come l’hai affrontato. Hai capito che arrendersi è una parola che non esiste, soprattutto per persone come noi. Ci teniamo a ringraziarti per aver mostrato la tua vita, con tutte le tue fragilità e tutti i drammi che ti sono successi. Tu sei la prova che il lieto fine può esistere!


Menzione Speciale Tutta un’altra storia | Biografilm Festival 2023

1280x660 All You See Al wat je ziet Niki Padidar
KHADIJA SABRIYE
protagonista di ALL YOU SEE
di Niki Padidar
Tutti noi abbiamo provato sulla nostra pelle cosa vuol dire essere etichettati. Avere uno stigma addosso è qualcosa di difficile da cancellare. E’ la dimostrazione di come la società può essere malata. Ma il segreto è essere sé stessi nonostante tutto, come fa Kadhija. E non farsi opprimere dai giudizi altrui. E’ ora di migliorare questo mondo. Ringraziamo la regista per aver dato una voce a chi, come noi, anche urlando non si sente. Grazie Niki.


Premio Ucca - l’Italia che non si vede | Biografilm Italia 2023

1280 x 660 afterthebridge
AFTER THE BRIDGE
di Davide Rizzo e Marzia Toscano
Il Premio "Ucca - L’Italia che non si vede" va al film AFTER THE BRIDGE di Davide Rizzo e Marzia Toscano, per la capacità non comune di passare con naturalezza dalla Storia con la esse maiuscola alla storia di una donna, da una dimensione pubblica a un’altra molto personale e privata. Lontano da scorciatoie o tentazioni ideologiche e di propaganda, l’opera diventa stimolo di discussione profonda attraverso elementi sociali, politici, religiosi, umani all’interno di una cornice linguistica curata e solida.


Premio TOP DOC - Il bello del documentario | Biografilm Italia 2023

1280x660 The Land still 2
THE LAND YOU BELONG
di Elena Rebeca Carini
Per il coraggio di mettersi in gioco, affrontando un tema complicato senza la pretesa di rendere assoluto il punto di vista dell’autrice. Per la delicatezza e l’empatia nella gestione di una storia personale, senza giudizio né condanna. Per lo sguardo consapevole nel ritmo e la messa in scena, il cui valore risiede anche nella sua natura da esordio. The Land You Belong ci lascia con la grande curiosità di vedere cosa farà Elena Rebeca Carini col suo cinema, dopo questo primo film.


Menzione Speciale TOP DOC - Il bello del documentario | Biografilm Italia 2023

Copia di LIN03 SC168990 PP2023 c Simone Cargnoni JUMP CUT
L’INGANNO
di Sebastiano Luca Insinga
Per un’estetica che riesce a catturare l’essenza di una tradizione che si avvicina alla sua scomparsa, attraverso un punto di vista inedito, che lascia da parte ogni ipocrisia in funzione di chi racconta.


Premio DocPoint Helsinki | Biografilm Italia 2023

1280x660 geolody of separation
GEOLOGY OF SEPARATION
di Yosr Gasmi e Mauro Mazzocchi
Il film è una combinazione perfetta di forma e contenuto. Risuona oltre i confini come il buon cinema dovrebbe fare.
È cinematografico e dà coraggiosamente allo spettatore spazio e tempo per pensare. È un film destinato a essere visto sul grande schermo e sono felice di invitarlo a partecipare al programma di DocPoint 2024.
 
______________

Audience Award | Concorso Internazionale | Biografilm Festival 2023

1280x660 Pure Unknown filmframe 01 LQ
SCONOSCIUTI PURI
di Mattia Colombo e Valentina Cicogna


Audience Award | Biografilm Italia 2023

1280 x 660 afterthebridge
AFTER THE BRIDGE
di Davide Rizzo e Marzia Toscano


Audience Award | Biografilm Contemporary Lives 2023

1280x660 Bigger Than Trauma
BIGGER THAN TRAUMA
di Vedrana Pribačić


Audience Award | Biografilm Art & Music 2023

1280x660 ustica
LUCI PER USTICA
di Luciano Manuzzi


Audience Award | Biografilm Beyond Fiction - Oltre la Finzione 2023

1280x660 IWP HOURIA foto4 2022 Etienne Rougery
HOURIA
di Mounia Meddour
BIO23 SITOWEB FOOTER 1200x870 1
BIO23 SITOWEB FOOTER 350X800 1