14 maggio 2019

RENZO PIANO: L'ARCHITETTO DELLA LUCE in sala Biografilm

Martedì 21 maggio a Milano al Cinema Colosseo, Sala Biografilm presenta l'evento speciale RENZO PIANO: L'ARCHITETTO DELLA LUCE, in versione originale sottotitolata, del maestro del cinema Carlos Saura. Il racconto della costruzione di un edificio davvero speciale, il Centro Botín per le Arti e la Cultura, a partire dalla costruzione delle sue fondamenta fino all’inaugurazione nella baia di Santander, nel nord della Spagna. L’architetto artefice della costruzione è un maestro dell’età contemporanea, Renzo Piano. Il regista, anche lui un maestro dell’età contemporanea, è Carlos Saura. Saura ci mostra nel documentario la magia che avvolge il processo di ideazione di questa colossale costruzione e le varie fasi del lavoro di costruzione portato avanti da Renzo Piano. Un racconto sull'arte e sulla creatività. E se Piano nel documentario parla di luce «come materiale più importante della stesso cemento», il regista spagnolo ha detto a Bologna, in occasione del Biografilm Festival 2018, quando il film è stato presentato: «Senza luce non c'è cinema, il mestiere del regista è proprio quello di controllarla e lo posso ben dire io che ho lavorato tante volte con il grande Vittorio Storaro».

RENZO PIANO: L’ARCHITETTO DELLA LUCE di Carlos Saura

(Stati Uniti, 2018, 90′)

Per richiedere il tuo ingresso ridotto clicca qui, compila il form selezionando la tua città e inserisci il codice partner RP21SB

 

IWP renzopiano locandina web ita 1 

Quando cresci con l’idea che costruire è un’arte, ogni volta ti sembra di assistere a un miracolo. Così è per Renzo Piano, architetto italiano tra i più celebri al mondo, autore del Centre Pompidou di Parigi, dell’Auditorium Parco della Musica a Roma e degli edifici del New York Times. A raccontare questo genio dell’architettura è un genio del cinema, Carlos Saura. Il racconto in presa diretta di uno dei più recenti progetti curati da Piano, il centro Botìn a Santander, diventa presto riflessione sul processo creativo. Per capire che l’arte, sia essa cinema o architettura, non è un atto prevedibile. Spesso è un po’ come guardare al buio: prima di capire ciò che accadrà, bisogna dare il tempo agli occhi di adattarsi.  

 

 

bio 2018 sponsor oriz3
bio 2018 sponsor vert3