Gods of Molenbeek

di Reetta Huhtanen

Best of Fest

(Germania, Finlandia, Belgio / 2019 / 73’)

Il quartiere di Molenbeek, a Bruxelles, è stato dipinto dalla stampa come un covo di jihadisti. Ma per Aatos e Amine è semplicemente casa. Vialetti e parchi familiari dove i bambini ascoltano i discorsi degli insetti, volano su tappeti volanti, si muovono spensierati in questa età piena di domande e di perché. Ma sullo sfondo della loro infanzia colorata incombe come un’ombra sinistra una realtà brutale, che esplode il giorno in cui i terroristi fanno detonare una bomba nella zona. Il primo lungometraggio di Reetta Huhtanen adotta il punto di vista ignaro dei bambini, per cui anche in un mondo gettato nel caos dal terrorismo, immaginare il volto di un Dio è solo uno dei tanti slanci dell’immaginazione. Un gioco che non fa paura.