HOME > luoghi > Cinema Europa

Cinema Europa

Via Pietralata, 55/a

Programma:

sab. 11 giugno

  • 17:30

    Holy Hell

    “The Buddha Field”: rituali in riva al mare e nelle foreste, mistica e danze, e un solo guru, il misterioso Michel, venerato come un dio. Questa è la storia di una setta: che ti accoglie e ti fagocita, che ti fa sentire amato e protetto... E che può rovinarti la vita, soprattutto se ne esci. È ciò che ha fatto Will Allen, membro per oltre vent’anni della californiana “Buddha Tribe”, di cui ha documentato con la sua telecamera eventi ed eccessi. Un materiale sconvolgente che diventa un film dalle molte terribili verità: le violenze compiute sui giovani discepoli, le menzogne, le minacce. Belli, giovani, ricchi: chi sceglie il gruppo lo fa spinto dalla propria volontà per la protezione che questo offre ed ecco allora che l’abbandono si tinge di nostalgia.

    Leggi tutto
  • 19:45

    Inside the Chinese Closet

    Coming out in Cina? Tutt’altro che facile. Non lo è per Andy, il cui padre sa benissimo che è gay ma è ben deciso a farlo sposare per evitare la vergogna alla famiglia. E nemmeno per Cherry, che si trova già intrappolata in un matrimonio fasullo, e secondo i suoi ora dovrebbe produrre un erede in modo da porre fine alle chiacchiere dei vicini… Tra perbenismo d’altri tempi e iper-modernità, le loro storie parallele ci portano in una Shangai brulicante di finzioni sociali, giuridiche, economiche: mercati di matrimoni falsi tra gay e lesbiche, agenzie per madri surrogate, listini per l’adozione dei neonati… Un altro mondo? No. Perché l’immagine di una Cina che cambia e che deve venire a patti con nuovi valori è anche, come in uno specchio, la nostra.

    Leggi tutto
  • 22:00

    Olmo and the Seagull

    Olivia, attrice di teatro e spirito libero, si sta preparando per sostenere il ruolo di Arkadina in una produzione teatrale de Il gabbiano di Čechov. Quando la pièce comincia a prendere forma e si profila l’opportunità di un tour teatrale negli Stati Uniti, scopre di essere incinta. Olivia non intende rinunciare al suo ruolo, ma i suoi desideri si scontrano con i limiti imposti dalla vita che sta crescendo dentro di lei. I mesi di gravidanza si snodano come un rito di passaggio in cui l’attrice dovrà affrontare le sue peggiori paure. Olivia si guarda allo specchio e vede, come inquietante riflesso di se stessa, due diversi personaggi de Il gabbiano: Arkadina, l’attrice che invecchia, e Nina, l’attrice che abbraccia la follia.

    Leggi tutto

dom. 12 giugno

  • 17:00

    Uncle Howard

    “C’è così tanta bellezza nel mondo. È proprio questo che mi ha messo nei guai.” Sono tra le ultime parole di Howard Brookner, regista, sceneggiatore e produttore morto nel 1989 a soli 34 anni. È suo nipote Aaron a rendergli omaggio in un racconto che non è solo la storia di un uomo ma quella degli anni d’oro di una New York che negli anni ’70 e ’80 fioriva di idee e di passioni, la New York del Chelsea Hotel, ritrovo di intellettuali. Da William Burroughs a Madonna o a Matt Dillon, sono molti gli artisti con cui Howard ha lavorato e alcuni, come Jim Jarmusch e Tom DiCillo, lo ricordano in questa pellicola inframmezzata da preziosi home movies, alcuni girati dallo stesso Howard.

    Leggi tutto
  • 19:00

    Ma Ma

    La vita, l’amore e la maternità secondo il visionario regista di Lucía y el sexo e Gli amanti del circolo polare. Magda – il premio Oscar® Penélope Cruz – è una giovane madre coraggiosa e risoluta che si trova ad affrontare una delle sfide più difficili quando le viene diagnosticato un tumore al seno. Recentemente abbandonata dal marito, può però contare sull’affetto di Arturo, talent-scout del Real Madrid conosciuto per caso proprio nel giorno in cui le hanno comunicato la sua diagnosi. Il legame tra i due si rafforza sempre più e, proprio quando la salute di lei sembra peggiorare irrimediabilmente, si accende una luce di speranza nella meravigliosa occasione di una nuova maternità.

    Leggi tutto
  • 21:30

    Les Sauteurs

    C’è vita al di là del muro. Ma ce n’è parecchia anche al di qua: una vita ammassata e precaria, ma a suo modo piena di progetti. Quelli dei migranti che si ammassano a Melilla, un’enclave spagnola in Marocco protetta da un complesso sistema di barriere, che rappresenta una possibile porta per l’Occidente in terra africana. Abou è l’occhio dietro la telecamera che ci porta all’interno di questa realtà, la comunità dei migranti radunati sul Monte Gurugu in attesa di superare la frontiera. Grazie a lui, in un racconto corale ricco e olorato, incontriamo a tu per tu le persone, le loro storie e il loro futuro, assistiamo alle partite di pallone e ascoltiamo la paura della fame e della violenza. Capiamo l’umanità, nonostante tutto.

    Leggi tutto

lun. 13 giugno

  • 18:00

    A Good American

    William “Bill” Binney, matematico ed ex direttore tecnico della National Security Agency, geniale e incorruttibile, è uno dei personaggi chiave dello scandalo Snowden e del film Premio Oscar® Citizenfour. Questo film è tutto suo: il racconto di una vita avvincente come un thriller, in cui l’analisi dei metadati si rivela come una trama sottile che fa da sfondo alle nostre esistenze. Bill è l’autore di ThinThread, il programma, boicottato dall’alto, che forse avrebbe potuto prevenire gli attentati dell’11 settembre. Tutto è strutturato, sostiene, tutto si può prevedere, con i modelli giusti: guerre, invasioni e attacchi terroristici. Ma l’interesse di alcune reti di potere a speculare sui morti e a spiare i cittadini sembra più forte della verità...

    Leggi tutto
  • 20:00

    Il fiume ha sempre ragione

    Proprio come Johannes Gutenberg, Alberto Casiraghy ha trasformato la sua casa di Osnago in una vera “bottega” editoriale: con una vecchia macchina a caratteri mobili stampa piccoli e preziosi libri di poesie e aforismi. Non molto lontano, oltre il confine svizzero, Josef Weiss per realizzare le sue edizioni artistiche unisce la sensibilità del grafico con la tecnica del restauratore. Silvio Soldini restituisce un ritratto insieme realistico e poetico di due artisti-artigiani che hanno scelto di fare un mestiere antico in un mondo moderno e hanno conquistato il successo più grande. Imparare a tessere la più eterna delle magie, quella delle parole.

    Leggi tutto
  • 21:30

    The Black Sheep

    “Berberi”, ovvero “uomini liberi”: sono gli Amazigh, la minoranza libica di cui fa parte Ausman, nato a Zuara nel 1985 e cresciuto a pane e discorsi di Gheddafi, studiandone come tutti il manifesto politico “Libro Verde”. Ma poi il trasferimento in Marocco gli ha aperto la mente, e un viaggio a New York gli ha insegnato a comprendere l’Occidente. Quando in Libia scoppia la rivoluzione, Ausman torna nel suo Paese, con la speranza di contribuire al cambiamento. Ma ben presto si ritrova in un Paese nel caos, in cui dilaga l’estremismo religioso e che lo costringe a nascondere il suo stile di vita moderno e libero, persino l’amore per la musica metal. Restare o partire? Sarà più forte il richiamo delle radici o quello di un futuro da “uomo libero”?

    Leggi tutto

mar. 14 giugno

  • 17:00

    The Land of the Enlightened

    Gholam sogna di sposarsi. Ma nell’Afghanistan in guerra non è così facile… Anche perché Gholam è solo un ragazzino, e la sua amata una bambina. Questo non gli impedisce di andare a dichiararsi dal padre, offrendo in dote quello che ha: oppio. Intanto, “Gholam e la sua gang” sopravvivono come possono, nella giungla di un Paese dilaniato... Una struggente storia minima che contiene tutte le crudeltà di quella “dei grandi”: la droga e le armi, l’incertezza del futuro e la fragilità dell’amore. Un film che ha richiesto sette anni di lavorazione, un mix di fiction e presa diretta che cattura il cuore dei luoghi e delle persone, e quello dello spettatore. La fotografia in 16mm dello stesso regista, il belga Pieter-Jan De Pue, è stata premiata al Sundance.

    Leggi tutto
  • 19:30

    La mécanique des flux

    La meccanica dei fluidi governa la natura. Ma a governare le nostre vite, oggi, è la meccanica dei flussi, quelli umani: la marea dei migranti che si riversa su un’Europa che non sa orientarla in rivoli ordinati di vita. Non sa, o non vuole? Il problema è solo la gestione pratica o un’ostinata rigidità di confini, retaggio di un passato di divisioni? L’occhio attento della francese Nathalie Loubeyre spazia dalla frontiera croata alle coste della Grecia, raccogliendo le testimonianze dei migranti ma anche di chi assiste al loro esodo, o deve ostacolarlo. Quali metodi utilizza la polizia per scovare i clandestini? Quali prospettive hanno queste persone? Quali sono le loro storie? Riuscirà l’UE a vincere una sfida in cui si giocano i suoi valori fondatori e la sua stessa anima?

    Leggi tutto
  • 21:30

    Raving Iran

    In Iran la musica occidentale è vietata ma Anoosh e Arash non rinunciano al loro sogno e scelgono l’illegalità: sono due dj che inseguono il loro sogno tra rave nel deserto, posti di blocco e dischi clandestini. Quando tutto sembra destinato al fallimento si apronole porte del più grande festival techno europeo: ma prima bisogna fare i conti con la teocrazia… Alcune scene di questo film sono state girate con un telefonino: le riprese fatte con una telecamera avrebbero potuto destare sospetti e creare seri problemi con la polizia. Una testimonianza coraggiosa e preziosa dal sapore veramente underground e dal messaggio rivoluzionario: la passione può avere la meglio sul potere.

    Leggi tutto

mer. 15 giugno

  • 17:30

    Presenting Princess Shaw

    Samantha Montgomery è una cantautrice americana dal passato difficile, dotata di una splendida voce e di un enorme talento compositivo. Condivide su un canale YouTube confessioni personali insieme alle sue performance musicali, con il nome di Princess Shaw. Il regista Ido Haar sa che, dall’altra parte del mondo, il bizzarro Kutiman, musicista israeliano e “mashup artist” di successo, vuole utilizzare la voce di Princess Shaw in uno dei suoi video virali per il progetto Thru You. Il film ripercorre la storia di questo “triangolo” umano e creativo, raccontando un’avventura artistica che mostra le infinite possibilità, ma anche le difficoltà e i limiti, di un music business che le nuove tecnologie hanno cambiato enormemente.

    Leggi tutto
  • 19:30

    P.S. Jerusalem

    Danae Elon aveva promesso al padre, l’intellettuale e scrittore Amos Elon, di non tornare mai più in Israele. Ma alla sua morte, incinta del terzo figlio, decide di infrangere la promessa e insieme al marito, ebreo algerino-francese, lascia New York per Gerusalemme, dove è nata e cresciuta. Vuole che i figli crescano lì, e vuole filmarli mentre accade. La sua ricerca di un luogo chiamato “casa” però viene ben presto a scontrarsi con i conflitti e le tensioni, nonostante abbia iscritto i bambini in una scuola dove ebrei e arabi studiano assieme. E mentre affronta le domande e le ansie dei figli, Danae capisce che il rapporto che deve risolvere è quello con suo padre, e con una madrepatria dal destino assai complesso.

    Leggi tutto
  • 21:30

    Shadow World

    Un business in cui tanto i profitti quanto le perdite si contano in vite umane: è il commercio internazionale delle armi, uno dei più fiorenti al mondo. Il film, basato sull’omonimo libro, esplora il mondo di ombre, intrighi e affari che ruota intorno a questo mercato globale, rivelandone la corruzione e mettendo a nudo le relazioni tra governi legittimi, Stati canaglia, organizzazioni terroristiche, e naturalmente paradisi offshore. Dal Sudafrica alla Tanzania fino all’Europa orientale, da Ronald Reagan a Barack Obama, da Margaret Thatcher ai sovrani dell’Arabia Saudita, Johan Grimonprez traccia davanti ai nostri occhi un’impressionante rete di connessioni per mostrare quale pericolo questo commercio infausto rappresenti.

    Leggi tutto

gio. 16 giugno

  • 17:00

    Walls

    Una coppia di giovani messicani cerca il modo di superare il confine con gli Stati Uniti. Un gruppo di uomini aspetta il momento giusto per oltrepassare la barriera che divide il Marocco da Melilla, enclave spagnola in Africa. Migranti tentano di superare il Limpopo, il fiume che separa lo Zimbabwe dal Sudafrica. Fili spinati, muri e sistemi di sorveglianza segnano i confini. Walls racconta i due lati della barricata, mostrando le storie e le ragioni di chi va in cerca di una vita migliore nonostante i muri, e di chi ha il compito di fermarli nonostante la compassione. Un film sulla grande illusione dei nostri tempi: quella che dalle maree della storia ci si possa difendere acquattandosi dietro una barriera, che sia fatta di cemento o di indifferenza.

    Leggi tutto
  • 19:00

    A Family Affair

    “Voglio capire cosa è andato storto” dice a un certo punto Tom, il regista. “Questo è un problema tuo” risponde la protagonista, sua nonna, la novantacinquenne Marianne Hertz. È stata lei stessa a chiedergli di raggiungerla in Sudafrica per ricostruire in un film la storia della sua vita. Cominciando da quando abbandonò i figli in un orfanotrofio, per tornare a riprenderli due anni dopo come se niente fosse… Ne esce un album di famiglia dominato da una nonna assai insolita, una donna bellissima ed egocentrica che un giornale degli anni ‘50 presentava come “modella e mamma esemplare”. E che attraverso fughe e rivelazioni, incontri e separazioni, oggi non rinuncia a essere protagonista di un racconto struggente e irresistibile.

    Leggi tutto
  • 21:30

    Anna Piaggi - Una visionaria della moda

    La stilista che ha “inventato” il vintage, che ha “creato” il ruolo di direttore creativo, che ha ispirato Karl Lagerfeld – che a lei ha dedicato il volume Anna-cronique: è la giornalista e scrittrice icona di stile Anna Piaggi, da pochi anni scomparsa. Traduttrice e collaboratrice di molte testate tra cui “Vogue”, contribuì a lanciarne altre tra cui “Vanity”, e per tutta la vita rielaborò e reinterpretò tendenze e mode in un incessante slancio creativo. La regista Alina Marazzi, già pluripremiata per i suoi film a carattere biografico, in questo racconto colorato e trascinante restituisce intera la forza della personalità di Anna Piaggi, una vita e una visione che sono state un punto di partenza per il lavoro di stilisti e designer in tutto il mondo.

    Leggi tutto

ven. 17 giugno

  • 18:00

    Sonita

    La giovane Sonita è approdata dall’Afghanistan alle periferie di Teheran e sogna di diventare una rapper di successo. Ma Sonita vale 9.000 dollari per la sua famiglia, se riusciranno a darla in sposa all’uomo giusto. Senza contare che in Iran le è proibito esibirsi come cantante nel modo che ha scelto. Sonita ha il diritto di realizzare il suo sogno? La regista del film sulla sua vita, Rokhsareh Ghaem Maghami, crede di sì, e ci crede tanto da attraversare la linea tra osservazione e partecipazione, impegnandosi perché la giovane donna possa trovare la sua strada… Un racconto ricco di colpi di scena, vincitore di numerosi premi internazionali.

    Leggi tutto
  • 20:00

    Walls

    Una coppia di giovani messicani cerca il modo di superare il confine con gli Stati Uniti. Un gruppo di uomini aspetta il momento giusto per oltrepassare la barriera che divide il Marocco da Melilla, enclave spagnola in Africa. Migranti tentano di superare il Limpopo, il fiume che separa lo Zimbabwe dal Sudafrica. Fili spinati, muri e sistemi di sorveglianza segnano i confini. Walls racconta i due lati della barricata, mostrando le storie e le ragioni di chi va in cerca di una vita migliore nonostante i muri, e di chi ha il compito di fermarli nonostante la compassione. Un film sulla grande illusione dei nostri tempi: quella che dalle maree della storia ci si possa difendere acquattandosi dietro una barriera, che sia fatta di cemento o di indifferenza.

    Leggi tutto
  • 22:00

    A Good American

    William “Bill” Binney, matematico ed ex direttore tecnico della National Security Agency, geniale e incorruttibile, è uno dei personaggi chiave dello scandalo Snowden e del film Premio Oscar® Citizenfour. Questo film è tutto suo: il racconto di una vita avvincente come un thriller, in cui l’analisi dei metadati si rivela come una trama sottile che fa da sfondo alle nostre esistenze. Bill è l’autore di ThinThread, il programma, boicottato dall’alto, che forse avrebbe potuto prevenire gli attentati dell’11 settembre. Tutto è strutturato, sostiene, tutto si può prevedere, con i modelli giusti: guerre, invasioni e attacchi terroristici. Ma l’interesse di alcune reti di potere a speculare sui morti e a spiare i cittadini sembra più forte della verità...

    Leggi tutto

sab. 18 giugno

  • 17:30

    Catching Haider (Fang der Haier)

    È stato il più giovane parlamentare austriaco, e il primo leader populista a portare al potere un partito di estrema destra. Il governatore della Carinzia Jörg Haider, morto in un incidente d’auto nel 2008, è stato definito neonazista e seduttore, provocatore e carismatico. Ma la sua è una personalità complessa e una vita intrisa di segreti, dalle compromissioni della famiglia con il Terzo Reich fino alle voci sulla sua omosessualità… Nathalie Borgers propone un ritratto che spazia dal pubblico al privato attraverso i ricordi di amici e parenti, colleghi di partito e avversari politici. Un film da non perdere per capire un cuore d’Europa che ancora oggi combatte contro tentazioni xenofobe e fantasmi del passato.

    Leggi tutto
  • 19:30

    Hoka Hey (A Good Day to Die)

    Qual è il tuo primo pensiero quando la stanza in cui stavi dormendo esplode? Jason P. Howe ha la risposta. Ha visto esplodere molte stanze, situazioni e vite, in prima linea come fotografo di guerra sui più tormentati fronti del pianeta, spingendosi oltre ogni prudenza e oltre ogni paura per documentare l’orrore. Senza censure. Ma nel 2011, Howe pubblica la foto scomoda di un soldato britannico ferito gravemente alle gambe, in Afghanistan, e comincia a non essere più il benvenuto sugli scenari di guerra… Questo film ricostruisce con immagini mozzafiato carriera e vita privata di un antieroe dei nostri tempi, adrenalinico e con una vena di follia, che ha conosciuto l’avventura e la disillusione. Ed è sopravvissuto per raccontare entrambe.

    Leggi tutto
  • 21:30

    Backstreet Girls: Tilbake Til Muotathal

    Trent’anni di carriera vengono una volta sola, e non per tutti... I membri della band norvegese Backstreet girls decidono di festeggiarli concludendo il loro tour a Muotathal, un pittoresco paesino svizzero di 3000 anime. In questo villaggio incastonato tra i pascoli e le montagne, infatti, quasi tutti gli abitanti sono incontenibili fan della band rock norvegese, e proprio qui i quattro musicisti fanno rivivere il sogno, inseguito per tre decenni, di toccare le vette del rock mondiale. Intrecciata al racconto un po’ surreale di questo concerto rivive la storia della band, dai concerti ai backstage senza dimenticare le esperienze personali e le riflessioni degli ex cattivi ragazzi che hanno consacrato la loro esistenza a un rock senza compromessi.

    Leggi tutto

dom. 19 giugno

  • 15:00

    Snow Monkey

    Il regista australiano George Gittoes ha raccontato le zone devastate dai conflitti per oltre quarant’anni. Nel 2011 ha fondato a Jalalabad, in Afghanistan, la “New Yellow House”: un centro multiculturale per le arti e il cinema. Un’istituzione al centro di questo racconto, in cui si intrecciano quotidianità e destino di diversi personaggi. Molti sono ragazzini e poi ci sono gli snow monkey, bambini che vendono gelati per le strade, e che in un continuo gioco di realtà e ricostruzioni vengono messi in scena come attori e registi. I loro video si mescolano e si fondono con immagini di povertà e terrorismo restituendo, nelle due ore e mezzo del film, un Afghanistan zeppo di umanità e contraddizioni.

    Leggi tutto
  • 18:30

    Under the Sun

    Può un film co-prodotto dalla Corea del Nord mostrare la vera vita di una famiglia nel Paese del Generale Kim II Sung? Il regista russo segue, sotto l’occhio vigile delle autorità, Zin-mi, una bambina che si prepara a entrare nell’Unione dei Bambini Coreani, e i suoi genitori. Tutto, nella pellicola è la messinscena della famiglia ideale in un Paese ideale. Ma sotto la propaganda gridata dal regime, Mansky riesce a catturare dettagli preziosi che sfuggono allo sguardo dei censori ma ci rivelano squarci di un mondo inquietante.

    Leggi tutto
  • 21:00

    Zero Days

    Stuxnet è un aggressivo virus informatico autoreplicante rivelato solo nel 2010. Commissionato anni prima dai governi degli Stati Uniti e di Israele per sabotare il programma nucleare iraniano, questo complesso malware si è però diffuso in maniera incontrollabile, ben al di là del suo iniziale target designato. Questo documentario dal passo di thriller del regista premio Oscar® Alex Gibney racconta un passaggio storico cruciale: la prima volta che uno Stato sovrano ha creato un virus informatico con lo scopo esplicito di usarlo come arma contro una nazione ostile. È l’ora zero di un nuovo modo di fare guerra, lo spostamento dal conflitto del campo di battaglia all’anarchia virtuale di Internet. È l’inizio delle cyberwar.

    Leggi tutto

lun. 20 giugno

  • 17:00

    Backstreet Girls: Tilbake Til Muotathal

    Trent’anni di carriera vengono una volta sola, e non per tutti... I membri della band norvegese Backstreet girls decidono di festeggiarli concludendo il loro tour a Muotathal, un pittoresco paesino svizzero di 3000 anime. In questo villaggio incastonato tra i pascoli e le montagne, infatti, quasi tutti gli abitanti sono incontenibili fan della band rock norvegese, e proprio qui i quattro musicisti fanno rivivere il sogno, inseguito per tre decenni, di toccare le vette del rock mondiale. Intrecciata al racconto un po’ surreale di questo concerto rivive la storia della band, dai concerti ai backstage senza dimenticare le esperienze personali e le riflessioni degli ex cattivi ragazzi che hanno consacrato la loro esistenza a un rock senza compromessi.

    Leggi tutto
  • 19:00

    Zero Days

    Stuxnet è un aggressivo virus informatico autoreplicante rivelato solo nel 2010. Commissionato anni prima dai governi degli Stati Uniti e di Israele per sabotare il programma nucleare iraniano, questo complesso malware si è però diffuso in maniera incontrollabile, ben al di là del suo iniziale target designato. Questo documentario dal passo di thriller del regista premio Oscar® Alex Gibney racconta un passaggio storico cruciale: la prima volta che uno Stato sovrano ha creato un virus informatico con lo scopo esplicito di usarlo come arma contro una nazione ostile. È l’ora zero di un nuovo modo di fare guerra, lo spostamento dal conflitto del campo di battaglia all’anarchia virtuale di Internet. È l’inizio delle cyberwar.

    Leggi tutto
  • 21:30

    See you in Texas

    Silvia e Andrea gestiscono insieme una fattoria a Roncone, in provincia di Trento: una vita semplice e soddisfacente, gli amici di sempre, la sera il pub o la discoteca. Ma Silvia ha una passione “pericolosa”, il reining, disciplina equestre in cui potrebbe diventare davvero brava… Se solo andasse sei mesi negli Stati Uniti, ad allenarsi con i migliori. Ma l’azienda può andare avanti senza di lei? E il suo rapporto con Andrea, lasciato solo ad affrontare i loro impegni comuni, reggerà? Il film di Vito Palmieri mostra in una storia semplice una parabola universale: quella di ogni coppia, tra ambizioni, compromessi e punti di rottura.

    Leggi tutto