HOME > programma

domenica 19 giugno

Programma:

  • 15:00

    Snow Monkey

    Il regista australiano George Gittoes ha raccontato le zone devastate dai conflitti per oltre quarant’anni. Nel 2011 ha fondato a Jalalabad, in Afghanistan, la “New Yellow House”: un centro multiculturale per le arti e il cinema. Un’istituzione al centro di questo racconto, in cui si intrecciano quotidianità e destino di diversi personaggi. Molti sono ragazzini e poi ci sono gli snow monkey, bambini che vendono gelati per le strade, e che in un continuo gioco di realtà e ricostruzioni vengono messi in scena come attori e registi. I loro video si mescolano e si fondono con immagini di povertà e terrorismo restituendo, nelle due ore e mezzo del film, un Afghanistan zeppo di umanità e contraddizioni.

    Leggi tutto
  • 16:30

    The Landscape Within

    Un lutto e una crisi creativa conducono Eric Nui Cabales ad un viaggio alla ricerca delle proprie origini e di nuove fonti di ispirazione. Fotografo, artista e body-painter, accompagnato dall’amica e poetessa Jesi, Eric, profondamente scosso dalla morte del padre intraprende un percorso che lo conduce a Kayama. Sulla splendida spiaggia filippina, dove il mare e il fiume si incontrano, ritrova i ricordi di famiglia e scopre la trasformazione continua e senza ne della natura. Diretto da Andrea Capranico, The Landscape Within mostra un viaggio intimo e mistico pervaso da immagini, paesaggi, suoni e musiche che accompagnano l’artista nella sua ricerca.

     

    Leggi tutto
  • 16:30

    Masterclass - JACO VAN DORMAEL

    JACO VON DORMAEL - Dio esiste e vive a Bruxelles: il regista racconta il film

    Elemento cardine del progetto formativo "Biografilm School" sono le Masterclass, ovvero l'incontro tra gli studenti della School e i registi, gli autori e i professionisti presenti al festival.  Il racconto in prima persona delle vite e dell'esperienza di artisti, intellettuali, autori, donne e uomini di cinema ospiti di Biografilm Festival fornirà stimoli, idee, riflessioni e modelli in "carne e ossa", per questi ragazzi che stanno cominciando a fare i loro primi passi nel mondo del cinema, del giornalismo, e della comunicazione.

    Leggi tutto
  • 17:00

    Goodbye Darling, i'm off to fight - Ciao amore, vado a combattere

    Una donna che non deve chiedere mai, ma deve combattere sempre. Chantal Ughi, ex modella, attrice e cantante, è ora campionessa di muay thai, la boxe thailandese, un’arte a cui è approdata dopo un terribile periodo di crisi e buio. Il film di Simone Manetti, montatore e fotoreporter, segue le fasi di preparazione ai match, sotto la guida dell’allenatore Thomason, alternandole alla vita privata di Chantal, dagli amori sfortunati ai conflitti con il padre. C’è rabbia, in questa donna e in questo film, ma ci sono anche e soprattutto la grinta, il metodo e la determinazione con cui la campionessa sa trasformare questa rabbia in energia positiva. Per lottare e per vincere, sul ring e fuori.

    Leggi tutto
  • 18:00

    The Brand New Testament

    «Dio esiste e vive a Bruxelles. Appartamento tre camere con cucina e lavanderia, senza una porta di entrata e di uscita. Si è parlato molto di suo figlio, ma poco di sua figlia… sua figlia sono io». Non è facile essere la figlia di Dio. Ea, undici anni, lo sa bene: suo padre – anzi, suo Padre – è odioso e antipatico e passa le giornate a rendere miserabile l’esistenza degli uomini. È una situazione che non può andare avanti, ma come risolverla? Dopo l’ennesimo litigio, Ea scende tra gli uomini per scrivere un nuovo Nuovo Testamento che ci permetta di cercare la nostra felicità; ma, prima di andarsene, usa il computer del Padre per liberarci dalla più grande delle nostre paure inviando a ciascun essere umano un sms con la data della propria morte.

    Leggi tutto
  • 18:30

    Under the Sun

    Può un film co-prodotto dalla Corea del Nord mostrare la vera vita di una famiglia nel Paese del Generale Kim II Sung? Il regista russo segue, sotto l’occhio vigile delle autorità, Zin-mi, una bambina che si prepara a entrare nell’Unione dei Bambini Coreani, e i suoi genitori. Tutto, nella pellicola è la messinscena della famiglia ideale in un Paese ideale. Ma sotto la propaganda gridata dal regime, Mansky riesce a catturare dettagli preziosi che sfuggono allo sguardo dei censori ma ci rivelano squarci di un mondo inquietante.

    Leggi tutto
  • 18:45

    La Vache

    Irresistibile Jacqueline: è lei, una mucca, la vera protagonista di questo roadmovie. Fatah le fa da “spalla”: un umile e contadino che dall’Algeria sogna di portarla alla Fiera dell’agricoltura a Parigi, a partecipare al concorso di bellezza per mucche. Lo hanno inaspettatamente invitato e non negherà a Jacqueline questa possibilità: lascia la propria casa per la prima volta e si imbarca per varcare il Mediterraneo. La vera avventura sarà però attraversare la Francia a piedi, da Marsiglia fino alla Porte de Versailles, in lotta contro il tempo e gli ostacoli per non perdersi il gran giorno… Un viaggio tenero e divertente, un ritratto della Francia contemporanea pieno di personaggi indimenticabili, un inaspettato apologo sull’amicizia.

    Leggi tutto
  • 19:00

    Ossessione Vezzoli

    Cantore della cultura pop, sperimentatore di materiali, talento incontrastato della videoart, il milanese Francesco Vezzoli è uno degli artisti contemporanei italiani più affermati a livello internazionale. Le sue opere viaggiano in tutto il mondo, rifrangendo la complessità stilistica e concettuale di chi le ha create. In questo film, Vezzoli si racconta e si lascia raccontare, tra tecnica e ispirazione, luoghi dell’anima e incontri con artisti disparati tra cui Lady Gaga e Iva Zanicchi. Un percorso psichedelico nella mente di un creatore e un’occasione per scoprire lati nascosti della sua opera.

    Leggi tutto
  • 19:00

    The Black Sheep

    “Berberi”, ovvero “uomini liberi”: sono gli Amazigh, la minoranza libica di cui fa parte Ausman, nato a Zuara nel 1985 e cresciuto a pane e discorsi di Gheddafi, studiandone come tutti il manifesto politico “Libro Verde”. Ma poi il trasferimento in Marocco gli ha aperto la mente, e un viaggio a New York gli ha insegnato a comprendere l’Occidente. Quando in Libia scoppia la rivoluzione, Ausman torna nel suo Paese, con la speranza di contribuire al cambiamento. Ma ben presto si ritrova in un Paese nel caos, in cui dilaga l’estremismo religioso e che lo costringe a nascondere il suo stile di vita moderno e libero, persino l’amore per la musica metal. Restare o partire? Sarà più forte il richiamo delle radici o quello di un futuro da “uomo libero”?

    Leggi tutto
  • 19:00

    Cerimonia di premiazione Consegna dei Premi del Pubblico. A seguire, The Space in Between: Marina Abramovic and Brazil

    In viaggio in Brasile alla ricerca di nuovi stimoli creativi, Marina Abramović intraprende un percorso di guarigione spirituale. Incontra medium a Abadiania, erboristi a Chapada, sciamani a Curitiba… Il sincretismo religioso del Brasile più profondo si fa percorso personale e artistico e racconto per immagini, in un seducente intreccio di profondità e ironia. Tra cerimonie di purificazione e trip psichedelici, Marina riflette sulle affinità tra performance artistiche e rituali e si mette totalmente a nudo, in un tragitto anche interiore nei meandri del suo passato difficile. Un film autenticamente “in between”, sospeso tra arte e vita, tra road movie e spiritual thriller, tra diario intimo e osservazione antropologica.

    Leggi tutto
  • 20:30

    Trois Souvenirs de ma Jeunesse

    A vent’anni esatti da Comment je me suis disputé (ma vie sexuelle), il manifesto generazionale di Arnaud Desplechin, torna sullo schermo l’antropologo dal cognome joyciano, Paul Dédalus, sempre interpretato dal grande Mathieu Amalric, in un “prequel” che ricorda episodi cardine della sua giovinezza. Il primo incontro con la bella Esther e gli inizi della loro tormentata relazione sono lo spunto per ricostruire il proprio sé, fragile e messo in discussione da un incredibile scambio d’identità. Desplechin dirige attori giovanissimi in un film di perfezione narrativa e profondità assolute: protagonisti, ancora una volta, i sentimenti. Premiato dalla Quinzaine des réalizateurs a Cannes 2015 e Premio César per il miglior regista 2016.

     

    Leggi tutto
  • 21:00

    Zero Days

    Stuxnet è un aggressivo virus informatico autoreplicante rivelato solo nel 2010. Commissionato anni prima dai governi degli Stati Uniti e di Israele per sabotare il programma nucleare iraniano, questo complesso malware si è però diffuso in maniera incontrollabile, ben al di là del suo iniziale target designato. Questo documentario dal passo di thriller del regista premio Oscar® Alex Gibney racconta un passaggio storico cruciale: la prima volta che uno Stato sovrano ha creato un virus informatico con lo scopo esplicito di usarlo come arma contro una nazione ostile. È l’ora zero di un nuovo modo di fare guerra, lo spostamento dal conflitto del campo di battaglia all’anarchia virtuale di Internet. È l’inizio delle cyberwar.

    Leggi tutto
  • 21:00

    Raving Iran

    In Iran la musica occidentale è vietata ma Anoosh e Arash non rinunciano al loro sogno e scelgono l’illegalità: sono due dj che inseguono il loro sogno tra rave nel deserto, posti di blocco e dischi clandestini. Quando tutto sembra destinato al fallimento si apronole porte del più grande festival techno europeo: ma prima bisogna fare i conti con la teocrazia… Alcune scene di questo film sono state girate con un telefonino: le riprese fatte con una telecamera avrebbero potuto destare sospetti e creare seri problemi con la polizia. Una testimonianza coraggiosa e preziosa dal sapore veramente underground e dal messaggio rivoluzionario: la passione può avere la meglio sul potere.

    Leggi tutto
  • 21:00

    La scelta di Leone

    Torino, 1923. Al liceo d’Azeglio di Torino un gruppo di diciassettenni si forma intorno all’insegnamento di maestri antifascisti come Augusto Monti e Umberto Cosmo. Tra loro spicca per maturità e carisma un giovane ebreo russo nato a Odessa, Leone Ginzburg. Confrontati alla fase trionfante del fascismo, ognuno di loro lotterà negli anni successivi contro la retorica e l’oscurantismo del regime, con i mezzi dell’azione politica e della diffusione culturale. a scelta più radicale sarà quella di Leone.

    Leggi tutto
  • 21:15

    Elvis & Nixon

    Qual è la foto più richiesta tra quelle conservate nell’Archivio Nazionale degli Stati Uniti? Non è il primo passo dell’uomo sulla luna, né uno scatto dallo sbarco in Normandia, ma un ritratto che, a prima vista, sembra un montaggio: Richard Nixon nello studio ovale che stringe la mano a… Elvis Presley! Nel dicembre del 1970, il re del Rock’n Roll fece infatti la sua inaspettata comparsa all’ingresso della Casa Bianca e chiese di parlare con il Presidente. Elvis & Nixon reimmagina l’improbabile incontro tra i due – interpretati ispettivamente da Michael Shannon e dal premio Oscar® Kevin Spacey – e rilegge con ironia uno dei momenti più bizzarri della cultura pop e della storia politica statunitense.

    Leggi tutto
  • 21:15

    WRONG ON YOU live, PHILL REYNOLDS live

    Il folk-blues storyteller Phill Reynolds, all'anagrafe Silva Cantele, è il chitarrista dei Miss Chain&the Broken Heels e il frontman dei Radio Riot Right Now. Wrongonyou è lo pseudonimo di Marco Zitelli, giovane musicista romano, classe 1990, innamoratosi del folk e di tutta la discografia di Justin Vernon. La coppia darà vita ad una serata intensa, in cui la chitarra acustica farà da protagonista.

    Leggi tutto
  • 22:30

    Demolition

    Il nuovo film di Jean-Marc Vallée, regista di Dallas Buyers Club, premiato con tre premi Oscar® nel 2014. Davis Mitchell (Jake Gyllenhaal), giovane banchiere di successo, dopo la tragica morte della moglie in un incidente stradale è preda di una sorta di “sconnessione” emotiva, come se la sua anima avesse deciso di mettere da parte i sentimenti. Comincia allora a scomporre, demolire e analizzare la sua vita e soprattutto il suo rapporto amoroso, per capirne gli errori e le ombre, e presto precipita in una spirale di depressione. Solo l’incontro casuale con una donna che gli farà mettere in discussione il suo mondo, Karen (Naomi Watts), gli permetterà di cambiare una prospettiva in cui ormai è rinchiuso come in una gabbia…

    Leggi tutto